Come creare un sito e-commerce da zero step by step? Shopify o Woocommerce? Quali i costi? La [Guida DEFINITIVA]

Una guida sul come creare un sito ecommerce da zero, in autonomia e magari gratuitamente: ricevo almeno una decina di mail, ogni giorno, che parano a questo.

Oggi ho raccolto tutte le informazioni a riguardo e ho deciso di creare una guida per chiarire VERAMENTE le idee per chi deve iniziare a creare un sito ecommerce. E magari non ha ancora idea da che parte iniziare.

Come? Per semplificare, ho dovuto di dividere la guida in 2 parti:

  1. La prima parte descrive come creare un sito ecommerce attraverso ecommerce builder (software che semplificano il processo, ma che si pagano, per intenderci).
  2. La seconda parte invece descrive come creare un sito ecommerce gratuitamente con WordPress (useremo Woocommerce, il plugin più usato al Mondo per creare ecommerce in autonomia).

Vorrei aggiungere una cosa.

L’e-commerce è in crescita costante, senza contare l’immensa spinta che è stata data dagli eventi legati alla pandemia: anche chi non aveva mai acquistato online si è visto costretto a imparare come funziona questo mondo.

crescita ecommerce
Crescita acquisti Retail ecommerce WorldWide (esclusi gli effetti dell’emergenza COIVD 19). Credits: emarketer.com

Nonostante questi numeri incontrovertibili, oltre i due terzi delle aziende italiane non dispone ancora di un sito web, il che dà l’idea di quanto margine ci sia ancora per la crescita in questo settore (e per erodere quote di mercato di coloro non lo apriranno mai).

Sia che tu possieda già un negozio fisico e tu stia cercando di crescere online, che tu stia muovendo i primi passi nel mondo dell’e-commerce con il tuo primo negozio in assoluto, questa guida ti insegnerà come creare un ecommerce in maniera precisa e scalabile.

Ricordati sempre che creare un e-commerce richiede molto di più che scegliere un marchio, scrivere elenchi di prezzi e iniziare a spedire prodotti. Anche le migliori idee di business possono fallire se non pianifichi per tempo ogni dettaglio del tuo business.

Dunque non sottovalutare la realizzazione di un e-commerce, ma abbi bene in mente tutti gli aspetti prima di cimentarti!

Parte 1: Creare sito ecommerce tramite Website Builder

1: Costruisci l’ecommerce con un Website Builder

Un costruttore di e-commerce è un software online che ti consente di creare il tuo negozio online, senza bisogno di competenze tecnologiche avanzate, conoscenze di programmazione o una dozzina di schermi di computer. Tutto ciò di cui hai bisogno è una connessione Internet e un’ottima idea imprenditoriale!

Quando si avvia un negozio online, il primo passo è scegliere il giusto ecommerce builder. Esistono numerosi ecommerce builder in commercio. Alcuni sono economici, altri costosi, alcuni affidabili e altri… sono da lasciar stare.

Ma quale scegliere? Ne abbiamo selezionate due, tra le più affidabili e facili da usare oggi.

  • Shopify – per gli ecommerce strutturati
  • Wix – per gli shop online un po’ più piccoli

Ma come scegliere? Vediamo alcune caratteristiche di base a confronto.

Se hai intenzione di costruire un piccolo negozio online, ti consigliamo Wix. È semplice da configurare, gli strumenti di vendita sono eccellenti e i design sono gradevoli.

  • Piani tariffari: $ 23 – $ 49 / mese
  • Design: oltre 500 temi di vario tipo
  • Strumenti: una ottima gamma di funzionalità tra cui l’integrazione con ShipStation, la vendita su Instagram, e-mail di recupero del carrello abbandonato, etichette di spedizione stampabili
  • Commissione: nessuna

Consigliamo Wix a chiunque abbia un negozio mediamente piccolo. È piuttosto semplice da usare e immediato nell’approccio. Di contro, non concede molta personalizzazione e ci si dovrà adeguare ai template prestabiliti da Wix.

 wix

Trovi qui la prova gratuita Wix

Se hai intenzione di creare un e-commerce di grandi dimensioni (oltre 30 prodotti in catalogo), con la massima personalizzazione possibile, ti consigliamo Shopify.

  • Piani tariffari: $ 29 – $ 299 / mese
  • Design: oltre 100 temi di vario tipo
  • Strumenti: forte gestione dell’inventario, email marketing e strumenti di vendita. Praticamente tutto ciò di cui hai bisogno per un negozio perfettamente funzionante.
  • Commissione: 2,9-2,6%, più una commissione di transazione di 30 ¢ (a meno che tu non stia utilizzando Shopify Payments)

Shopify è il secondo creatore di ecommerce al Mondo (il primo lo vedremo tra poco). È oggettivamente una pietra miliare dell’ecommerce perché consente in pochi click di creare ecommerce di qualità veramente eccellente.

Il contro è il costo: al di là del costo mensile, Shopify può permettersi di applicare una commissione su tutte le transazioni che avvengano sull’ecommerce. Dunque dovremo tenerne conto.

creare sito ecommerce shopify

Trovi qui la prova gratuita Shopify

2: Come scegliere l’ecommerce Builder

Ok naturalmente adesso ti stai chiedendo quale dei builder scegliere. Quando scegli uno dei costruttori di siti di e-commerce, chiediti:

  • È facile scegliere un modello / tema e apportare modifiche personalizzate?
  • I modelli sono adatti alla mia attività?
  • È facile aggiungere prodotti e classificarli?
  • Posso modificare la navigazione per includere sottomenu e nuove pagine?

Vuoi trovare una piattaforma che non sia solo facile da usare, ma che non crei problemi con il crescere dell’attività. La chiave è capire quale costruttore ritieni sia il più naturale da usare e quale sia la soluzione migliore per il tipo di shop online che desideri costruire.

Quanti prodotti prevedi di vendere?

Se non hai intenzione di vendere molti prodotti, potrebbe essere adatto un piano più semplice con tariffe inferiori. Non ci sono limiti di prodotto su nessuno dei piani principali né Wix nè Shopify.

Tuttavia, più prodotti vendi, più il passaggio a un piano avanzato ha senso. Questo è dovuto alle commissioni di transazione: se hai molte transazioni incideranno parecchio sulla quota che dovrai “lasciare” a Shopify!

Ricorda, negozi diversi hanno esigenze diverse. Shopify può essere più costoso, ma è progettato per aiutarti a creare grandi negozi online. D’altra parte, Wix è più adatto per creare shop online più piccoli.

3: Registrare un dominio per l’ecommerce

Il dominio è l’URL che identifica il nome del tuo negozio.

Un buon nome dieldominio è la chiave per avviare un negozio online di successo. Crea fiducia con i clienti e aiuta a stabilire il tuo marchio.

Diciamo che sei Nike (tutti possiamo sognare). Giustamente Nike ha registrato Nike.com.

Questo è il dominio principale. È ciò che i clienti vedono nella barra degli indirizzi e nelle ricerche su Google. Pensa al tuo nome di dominio come al cartello che si trova sopra un vero negozio di strada.

Puoi acquistare un nome di dominio tramite Shopify o Wix per circa $ 10 a $ 20 all’anno. In alternativa, puoi utilizzare un registrar di nomi di dominio per registrare il dominio esternamente.

Un registar piuttosto economico e utilizzato in Italia è Tophost.

Un suggerimento: dopo aver registrato il tuo nome di dominio per l’anno, imposta un promemoria del calendario per rinnovarlo prima della data di scadenza (ti arriverà comunque una mail circa un mese prima del rinnovo).

4: Scegli un tema per il tuo e-commerce

Con i modelli (a volte noti come temi), puoi dare un bell’aspetto al tuo sito di ecommerce senza essere un esperto di design o toccare alcun codice!

Selezionare i temi in Shopify è facile. Tutto quello che devi fare è selezionare un modello dal marketplace del tuo builder. Shopify offre una gamma notevole di modelli ricchi di funzionalità per creare il design del tuo negozio online.

creare sito ecommerce temi shopify

Con Wix è molto simile. Inizierai scegliendo un modello, suddiviso in diverse categorie. Ogni categoria rappresenta un settore diverso. Ad esempio, avrai modelli per blog, servizi aziendali e negozi online.

N.b: shopify propone alcune demo gratuite, ma esistono diversi templates a pagamento (che costano da poche decine a qualche centinaio di euro).

Shopify essenzialmente presta la piattaforma, mentre la demo che installeremo è il vestito (l’architettura) del nostro ecommerce!

Le domande da farti in questa fase sono:

  • Quali caratteristiche vuoi che abbia il tuo negozio?
  • Che stile di home page vuoi?
  • Come vuoi che i clienti si muovano nel tuo negozio?

Quali caratteristiche vuoi che abbia il tuo negozio?

Le funzionalità sono una parte fondamentale di come costruire un negozio online. Chiediti cosa è importante per il tuo negozio online: hai bisogno di mappe, gallerie o una pagina su di noi? E i video sulla tua home page?

Alcuni modelli sono dotati di più funzionalità di altri. Pensa alle caratteristiche di cui ha bisogno il tuo negozio, quindi fai un elenco.

Quando cerchi un tema nel marketplace del tuo builder, filtra per funzionalità. Restringere le opzioni può aiutarti a trovare il tema più adatto alle tue esigenze.

5: Personalizza il design dell’ecommerce

La tua home page è la prima cosa che vedono i tuoi clienti. È come la vetrina del tuo negozio. I clienti dovrebbero essere in grado di capire da uno sguardo esattamente che tipo di attività sei.

La tua home page potrebbe essere una semplice immagine, una presentazione o un video. Decidi quale scegliere in base ai tuoi obiettivi di business.

come creare un ecommerce

Ad esempio, i negozi che vendono prodotti di lusso dovrebbero lasciare che siano le immagini a parlare. I negozi che vendono servizi potrebbero desiderare un’immagine più semplice, accompagnata da più testo.

Come vuoi che i tuoi clienti navighino nel tuo negozio?

La maggior parte degli acquirenti lascerà un sito Web dopo 10-20 secondi. È fondamentale che possano trovare ciò che stanno cercando senza problemi.

Una barra di navigazione fluida è parte integrante e fondamentale. Permette ai tuoi clienti di spostarsi facilmente nel tuo sito e ti ricompenserà con più vendite. Scarta temi troppo complicati. Prediligi la semplicità.

Nel creare sito ecommerce che converta, concentrati sulla facilità di utilizzo. Una navigazione goffa è come una strada con un sacco di buche e nessun segnale stradale. I clienti si sentiranno frustrati perché non saranno in grado di trovare ciò che stanno cercando.

Anche la barra di navigazione dovrebbe essere di facile lettura. Gli utenti di Internet eseguono la scansione di una pagina in una forma a “F”, quindi i negozi che hanno un’intestazione e una barra laterale distintive a sinistra della pagina funzionano meglio.

Infine, quando si tratta di colore, vuoi qualcosa che sia inoffensivo e che si adatti al tuo settore.

6: Aggiungi i tuoi prodotti

Ora che hai creato un negozio online esteticamente gradevole utilizzando una cosidetta demo, devi aggiungere i tuoi prodotti.

Utilizzando un costruttore di negozi online, hai un ottimo controllo sulle pagine dei tuoi prodotti. Le cose principali di cui hai bisogno per aggiungere un prodotto sono:

  • Nome
  • Prezzo
  • Categoria
  • Peso (per prodotti fisici)
  • File (per prodotti scaricabili come ebook).

Diversi costruttori di siti web di e-commerce hanno limiti diversi su:

  • Il numero di prodotti che puoi caricare
  • Il numero di opzioni per ogni prodotto (taglia o colore diverso)
  • Il numero di varianti del prodotto (una combinazione di due opzioni: ad esempio, una maglietta blu di taglia media)

Assicurati di controllare che il limite di ogni costruttore soddisfi le esigenze della tua azienda.

Shopify consente di vendere prodotti illimitati con i suoi piani tariffari più economici, ma altri costruttori di siti di e-commerce potrebbero limitarti a piani di livello inferiore.

Infine ti ricordo che le descrizioni dei prodotti devono essere interessanti, complete, ma

  • Gergo complesso
  • Cliché
  • Frasi lunghe

Limitati a spiegare le caratteristiche tecniche del prodotto, evitando luoghi comuni sulla bontà dello stesso.

Più traffico, più vendite. Includi alcune delle parole chiave relative al tuo prodotto quando scrivi le descrizioni. Supponiamo che tu stia vendendo scarpe da ginnastica vintage: includi “vintage” e “scarpe da ginnastica” nella descrizione. Più saranno specifiche le parole e più sarà facile farti trovare dai tuoi clienti sui motori di ricerca.

7: Impostazione dei metodi di pagamento

Una volta inserita la lista dei prodotti, devi impostare il metodo di pagamento. Questa è una parte cruciale della conversione.

Gli ecommerce builder rendono tutto piuttosto semplice. Ottimizzano il processo in modo da poter partire subito con le migliori (e più efficaci) opzioni di pagamento.

Il meccanismo classico di un builder di e-commerce è accettare diverse opzioni di pagamento, come PayPal, Visa, Apple Pay e Mastercard. Il builder riceverà i pagamenti, e quindi te li girerà dopo aver scalato le commissioni.

I tre modi più popolari per accettare pagamenti sul tuo negozio di e-commerce sono:

  • Conto allacciato ad un gateway di pagamento: collabori con una banca, che accetta pagamenti per te e manda il denaro nel tuo conto bancario aziendale
  • Pacchetti gateway di pagamento: utilizzi un software all-in-one, che collegherà il carrello del tuo negozio alla rete di elaborazione delle carte
  • Elaborazione dei pagamenti con carta di credito semplificata: utilizzi un servizio che si integra con il checkout del tuo negozio, come il gateway di pagamento di Shopify. I tuoi acquirenti non dovranno lasciare il tuo sito per completare un acquisto

La sicurezza è una grande preoccupazione per gli acquirenti online. Ma puoi eliminare tutte le preoccupazioni se rendi il tuo sito sicuro. Ed è più facile di quanto pensi!

Per creare un ecommerce devi utilizzare dei certificati SSL. SSL è l’acronimo di Secure Socket Layer. Crittografa i dati dei tuoi utenti, rendendo la loro esperienza di acquisto online totalmente sicura. La maggior parte delle piattaforme di e-commerce lo include nei piani, ma se non lo fanno, lo avranno come componente aggiuntivo.

L’SSL è rappresentato dal lucchetto verde in alto a sinistra dell’URL (che possiede anche questo sito web). Le piattaforme di e-commerce si prendono cura della sicurezza dell’ecommerce.

Shopify, ad esempio, è dotato di sicurezza SSL integrata e ti dà accesso a oltre 100 gateway di pagamento. Questi includono Visa, PayPal, Amazon e Apple Pay.

Quanto costano queste opzioni di pagamento?

Diversi metodi di pagamento hanno commissioni e spese diverse.

Le tariffe sono spesso raggruppate, quindi prenditi del tempo per capirle a fondo. Le commissioni sulle carte di credito sono inevitabili. Vengono riscossi dal fornitore della carta (Visa, ad esempio).

La tariffa generale per l’utilizzo dei processori di pagamento varia, in genere da circa l’1% + 10 centesimi per transazione al 3% + 30 centesimi per transazione.

Se utilizzi il processore di Shopify, Shopify Payments, tutte le commissioni di transazione vengono annullate. Questo significa che se accetti un pagamento con carta di credito di euro 100, pagherai solo il tasso del 2,2% + 20 centesimi su quel pagamento, direttamente dal singolo pagamento.

8: Gestisci le spese di spedizione

Hai aggiunto prodotti e opzioni di pagamento affinché i clienti possano acquistarli. Il prossimo passo è assicurarti di poter consegnare quei prodotti. Per capire come creare un ecommerce, devi capire come funzionano le opzioni di spedizione.

Diversi ecommerce builders vengono forniti con diverse opzioni di spedizione. Per esempio tariffa basata sulla distanza dall’inidirizzo di spedizione, tariffa “fissa” o tariffa a zona.

In generale dovrai chiederti:

Qual è il tuo indirizzo di origine della spedizione?

Questo è importante se spedisci i prodotti da un indirizzo che non è il tuo ufficio. È necessario inserire un’origine di spedizione separata per garantire che le tariffe e le tasse di spedizione siano corrette.

Dopo aver aggiunto il tuo indirizzo, puoi stampare le etichette di spedizione e ottenere preventivi.

In quali zone di spedizione vuoi spedire?

Le tariffe di spedizione variano a seconda dei paesi e delle regioni (zone) in cui spedisci. Gli ecommerce builder consentono di addebitare tariffe diverse ai clienti a seconda della zona in cui si trovano.

Se sei un negozio con sede in Lombardia, ad esempio, puoi addebitare costi di spedizione più economici ai clienti più vicini al centro di distribuzione.

Purtroppo spesso la tariffa applicata dalle principali compagnie di spedizione italiane prevede una tariffa unica esclusa le isole (che richiede un sovrapprezzo o tempi di spedizione maggiori).

9: Visualizza l’anteprima, prova … e metti il tuo ecommerce online!

Ora dovresti aver aggiunto i tuoi prodotti, personalizzato il tema del tuo negozio, impostato il pagamento e la spedizione e sistemato le impostazioni del tuo negozio.

Ci sei quasi …

Ma prima di aver finito di creare il tuo ecommerce online c’è un passaggio importante da compiere: provarlo. Qualsiasi ecommerce creator rende facile testare e visualizzare in anteprima il negozio online prima della pubblicazione.

Testare il negozio è il modo migliore per assicurarti di soddisfare le esigenze dei clienti. Durante l’anteprima e il test del tuo negozio, ecco gli elementi chiave da controllare:

Funzionamento del Checkout:

Quando provi il tuo negozio, presta particolare attenzione alla procedura di pagamento. Assicurarti che:

  • Gli ordini funzionino con tutti i metodi di pagamento
  • Le tue opzioni di spedizione e i costi sono corretti e visibili
  • Gli articoli e il prezzo nel carrello sono corretti
  • Si applicano sconti / promozioni effettivamente al checkout
  • Le tasse (IVA) vengono visualizzate una volta che un acquirente procede con l’ordine

Il modo più semplice per testare il tuo checkout è effettuare un ordine e poi rimborsarti immediatamente. Questa è anche una buona occasione per testare la procedura di rimborso e le notifiche e-mail.

L’ecommerce funziona in ogni sua parte?

Il prossimo passo è assicurarti che il tuo negozio funzioni effettivamente.

  • Assicurati che qualsiasi pulsante o link selezionabile funzioni.
  • La barra di navigazione dovrebbe essere facile da usare e da capire.
  • Chiedi ad amici e familiari di testare il tuo sito per ottenere un feedback!

L’ecommerce funziona su dispositivi mobili?

Oggi oltre il 50% di tutte le vendite via e-commerce sono completate via smartphone. In breve, è fondamentale che il tuo sito funzioni perfettamente indipendentemente dal dispositivo utilizzato dal cliente.

Questo è uno dei maggiori vantaggi dell’utilizzo di un builder di ecommerce. Consentono di controllare facilmente l’aspetto del tuo negozio su diversi dispositivi, mantenendo l’esperienza di alto livello.

Il tuo negozio deve essere reattivo su dispositivi mobili, tablet e desktop. Puoi testarlo nella modalità di anteprima del tuo builder e passare all’icona del cellulare per iniziare a sperimentare.

Hai testato l’ecommerce su browser diversi?

I tuoi clienti non useranno solo dispositivi diversi, ma anche browser diversi. Gli ecommerce builder supportano la maggior parte dei principali browser, inclusi Chrome, Firefox e Internet Explorer, quindi dovrebbe essere tutto ok.

Ti bastano cinque minuti per controllare…quindi un test fallo comunque!

Parte 2: Creare sito ecommerce WordPress (Woocommerce)

Creare un sito ecommerce con wordpress è un’alternativa valida all’utilizzo dei più classici ecommerce builder.

Abbiamo già visto l’utilizzo di questi strumenti. I builder per ecommerce sono piattaforme che facilitano la creazione di un sito di ecommerce, ma d’altra parte applicano commissioni sulle vendite, oltre al fatto di avere diversi limiti in termini di personalizzazione.

Woocommerce è una piattaforma open source e gratuita. Inoltre, garantirà una maggiore possibilità di personalizzazione.

Di contro, i passaggi per creare un ecommerce WordPress attraverso Woocommerce saranno un po’ più complicati

Ci sono altri plugin di e-commerce disponibili per WordPress, ma WooCommerce è il più popolare al Mondo, con oltre 5 milioni di installazioni attive!

È facile da usare e allo stesso tempo estremamente potente e scalabile, con tantissime funzionalità e supporto per aiutarti a costruire e far crescere il tuo negozio. È anche gratuito, il che lo rende un’ottima scelta per i costruttori di negozi per la prima volta che cercano di mantenere bassi i costi.

creare ecommerce wordpress
Woocommerce è un plugin WordPress: è gratis, ma prima di usarlo dovremo mettere online il nostro sito web WordPress!

Creare sito ecommerce WordPress – i 9 passaggi:

  1. Capiamo se WordPress è adatto alle nostre esigenze.
  2. Trova un web hosting affidabile
  3. Scegli e registra un nome di dominio univoco.
  4. Installa WordPress e configura WooCommerce.
  5. Scegli il tema perfetto.
  6. Aggiungi prodotti al tuo sito ecommerce.
  7. Personalizza il tuo negozio.
  8. Scegli e installa plugin utili.
  9. Esegui i controlli finali, quindi pubblica!

1: decidi se WordPress è giusto per te

Costruire un negozio online con un e-commerce builder, come abbiamo visto in precedenza, è semplicissimo: tutto ciò che devi fare è scegliere quale piattaforma è la migliore per te e il gioco è fatto. WordPress, d’altra parte, richiede un po’ più di tempo per andare avanti.

Le persone adorano WordPress perché è una piattaforma potente e personalizzabile: più di un terzo di tutti i siti web sono creati utilizzando WordPress ed è facile capire perché. Ottieni il controllo totale sul design, le funzionalità, la sicurezza del tuo sito web e altro ancora, il che lo rende sia personalizzabile che scalabile.

L’unico intoppo è che questo comporta molte responsabilità e rende WordPress più impegnativo per iniziare. Sebbene molti principianti utilizzino WordPress, metti in conto che usare WordPress per realizzare un ecommerce richiederà maggiore tempo e dedizione che utilizzare un ecommerce builder già “pronto”.

Avrai bisogno di tempo per imparare a muoverti e assicurarti che tutto sia impostato correttamente. Questo può essere molto soddisfacente finchè tutto va bene, ma dovrai essere tu a controllare che tutto funzioni perfettamente.

Prima di scegliere WordPress, pensa a cosa vuoi dal tuo sito, perché vuoi usare WordPress e come ti senti a gestire tutti gli aspetti del tuo negozio online, dalla sicurezza al SEO e oltre.

2: Trova un hosting Web affidabile

La base di ogni buon sito Web WordPress, che si tratti di un blog o di un negozio online, è un hosting web affidabile e di buona qualità. L’hosting web è come la casa del tuo sito web su Internet: senza di esso, nessun sito web potrebbe apparire online. Creare sito ecommerce non fa eccezione.

Se scegli un provider di hosting di scarsa qualità, il tuo negozio online potrebbe bloccarsi, essere violato più facilmente, caricarsi più lentamente o incorrere in un numero qualsiasi di problemi che influenzeranno le tue vendite.

Invece, devi scegliere un host web di alta qualità e ci sono tantissimi provider tra cui scegliere, tutti con diversi punti di forza e di debolezza.

Per WordPress, consigliamo di utilizzare Kinsta. Ha piani specifici per WordPress per semplificarti la vita ed è persino raccomandato da WordPress stesso come uno dei migliori hosting per creare siti WordPress.

Kinsta è in assoluto il miglior hosting al Mondo, su cui si appoggia persino il Cloud hosting di Google. Garantisce assistenza in italiano, performance elevate e livelli di sicurezza ideali per un ecommerce. Con poche decine di euro al mese si ha la garanzia di lavorare con un partner davvero affidabile e attento alle nostre esigenze.
Trovi qui i piani tariffari di Kinsta.

3: Scegli e registra un dominio

Il prossimo passo per creare un ecommerce WordPress è scegliere un nome di dominio. Questo è il nome che compone l’indirizzo web del tuo negozio, ad esempio selfmadeweb.it

Un buon dominio dovrebbe essere facile da ricordare, ma nel caso di un e-commerce il dominio è spesso il nome del brand stesso.

È facile controllare se il tuo dominio è ancora disponibile, quindi registrarlo. La maggior parte dei provider di hosting (incluso Kinsta) rende la registrazione di un dominio parte del processo di registrazione quando si sceglie un piano tariffario.

Per esempio quando ci si iscrive in Kinsta si può registrare anche un primo dominio (il primo anno è gratuito poi passa a circa 15 euro l’anno).

Puoi verificare se il dominio è libero su Kinsta cliccando qui.

Dopo aver registrato il tuo dominio e averlo pagato, nessun altro potrà usarlo: è tuo. Dovrai continuare a rinnovare il tuo dominio per mantenerlo registrato a tuo nome, ma riceverai un promemoria quando il dominio starà per scadere.

4: Installa WordPress e configura WooCommerce

Registrato il dominio e acquistato un piano di hosting, è il momento di mettere le mani su WordPress. Devi installare WordPress prima di poter iniziare a creare il tuo negozio online, e questo è semplicissimo se hai scelto un buon host WordPress come Kinsta.

In effetti, non devi nemmeno fare nulla: Kinsta installa automaticamente l’ultima versione di WordPress per te quando ti registri!

Lo stesso vale per i suoi piani di hosting WooCommerce: WooCommerce viene installato automaticamente insieme al tema della vetrina di WooCommerce. Questa è una caratteristica molto comoda di Kinsta, perché risparmia molto lavoro tecnico, facendoti risparmiare tempo e probabilmente anche qualche mal di testa.

Una volta che hai WordPress e WooCommerce , accedi e inizia a configurare la tua dashboard. Dovrai fare clic sulla notifica “Benvenuto in WooCommerce” per iniziare a configurare il tuo negozio: è abbastanza semplice con la configurazione guidata di WooCommerce.

Segui semplicemente i passaggi come vengono visualizzati: dovrai inserire informazioni come l’ubicazione del tuo negozio, la valuta in cui vendi e se spedirai beni fisici e addebiterai l’imposta sulle vendite. Potrai anche scegliere un metodo di pagamento, come PayPal o Stripe.

5: Scegli il tuo tema perfetto

Se scegli di ospitare il tuo negozio WooCommerce con Kinsta, scoprirai che hai alcuni temi di default preinstallati.

Se, tuttavia, vuoi cambiare le cose, (ed è il mio consiglio) allora è il momento giusto per scegliere e installare un nuovo tema per determinare il layout e il design del tuo negozio online.

Alcuni dei temi WordPress più utilizzati e affidabili in assoluto li trovi qui, quando abbiamo parlato dei migliori temi WordPress in assoluto.

Come vedrai, esiste l’imbarazzo della scelta. Woocomemrce è un plugin, che si adatta a molti temi. L’importante è selezionare un tema che abbia funzionalità di ecommerce.

Per ridurti un po’ la scelta io consiglio:

Ognuno di questi al suo interno contiene centinaia di demo da provare…quindi troverai davvero pane per i tuoi denti!

6: Aggiungi prodotti al tuo negozio

Un negozio online ha bisogno di prodotti e ora è il momento di aggiungerli: vai alla scheda Prodotti nella dashboard di WordPress, quindi fai clic su Aggiungi nuovo.

  1. Titolo e descrizione del prodotto: Dovrai dare un nome al tuo prodotto e poi scrivere una descrizione dettagliata del prodotto.
  2. Creare categorie di prodotti: È quindi possibile creare categorie di prodotti sul lato destro. Le categorie di prodotti aiutano a organizzare il tuo negozio online e rendono più facile per i clienti trovare i prodotti giusti. Basta fare clic su + Aggiungi nuova categoria di prodotti per creare nuove categorie e aggiungere prodotti ad esse.
  3. Aggiungi i dati del prodotto: Più in basso nella pagina troverai una casella con i dati del prodotto. Qui è dove aggiungi tutte le informazioni essenziali per il prodotto (dal prezzo alla spedizione), se si tratta di un prodotto virtuale, quanto inventario hai e altro ancora.
  4. Descrizione del prodotto: Hai già scritto una descrizione completa del prodotto, ma ora hai la possibilità di scrivere una versione riepilogativa, da mostrare quando i clienti guardano più prodotti, ad esempio nelle pagine dei prodotti delle categorie.
  5. Foto dei prodotti: Ultimo ma non meno importante, devi caricare le foto dei prodotti, in modo che i tuoi clienti possano vedere cosa acquisteranno!

7: Personalizza il tuo ecommerce

Per modificare le impostazioni del tema, vai su “Aspetto” nel menu della dashboard, quindi seleziona Personalizza. Ciò ti consentirà di modificare il design del tema, dai colori e layout di pagina alla tipografia e altro.

Assicurati di aggiungere tutte le pagine pertinenti di cui hai bisogno quando crei il tuo negozio online. Per un negozio di base, avrai bisogno di:

  • Una homepage
  • Pagine di categorie, come “Donne” o “Abbigliamento outdoor”
  • Pagine dei prodotti per ogni prodotto
  • Una pagina Informazioni
  • Una pagina di contatto
  • Una pagina che spiega le tue politiche di spedizione e restituzione
creare-un-sito-web-temi
L’esperienza fra un tema gratis, a sinistra, vs un tema a pagamento a destra. Entrambi solamente da installare…ma con risultati nettamente diversi.

Aggiungi nuove pagine dove è necessario e assicurati che le tue scelte di design siano coerenti in tutte le aree del tuo negozio online. Pensa a:

  • La tua combinazione di colori
  • Caratteri
  • Layout di pagina
  • Bottoni
  • Menu di navigazione
  • Intestazioni e piè di pagina
  • Il tuo logo

Personalizza il tuo tema in linea con l’identità del marchio del tuo negozio e ricorda sempre di pensare al tuo pubblico di destinazione: questo ti aiuterà a creare l’atmosfera giusta con le tue scelte di design!

Un consiglio? Seleziona un tema che abbia una Demo che ti piace particolarmente. Installa tale demo e limitati a fare piccole modifiche. In questo modo partirai già con una base precostituita e non dovrai partire completamente da zero!

8: Scegli e installa plugin utili

Sei quasi pronto per lanciare il tuo ecommerce WordPress! Ma forse hai la sensazione che ci sia qualcosa … che manca? Testimonianze, forse, o un modulo di contatto in modo che le persone possano iscriversi a una newsletter? Se queste funzionalità non sono integrate nel tuo tema, non preoccuparti!

Puoi facilmente aggiungere funzioni extra come queste al tuo negozio online installando plugin. I plug-in sono come le app e forniscono funzionalità ed elementi extra da aggiungere al tuo sito: sono perfetti per personalizzare ulteriormente il tuo negozio o per colmare eventuali lacune di funzionalità.

Ci sono migliaia di plug-in nella directory dei plug-in di WordPress e nell’archivio delle estensioni di WooCommerce, quindi hai tantissima scelta. Proprio come con i temi, assicurati che tutti i plugin che installi siano aggiornati e affidabili.

È facile trovare plug-in per il tuo negozio WordPress: cerca semplicemente quello che ti serve nella directory dei plug-in di WordPress!

Ecco alcune funzioni che potresti voler aggiungere al tuo negozio:

  • Misure di sicurezza aggiuntive: proteggi il tuo negozio con un plugin come Sucuri o WordFence.
  • Testimonianze: raccogli e pubblica le recensioni degli utenti con un plug-in come Strong Testimonials.
  • Moduli di iscrizione: crea un’iscrizione alla newsletter attraverso strumenti di email marketing.
  • Store locator: aiuta i clienti a trovare la tua attività fisica utilizzando un plug-in come WP Store Locator.
  • SEO: aumenta il posizionamento del tuo negozio nei risultati dei motori di ricerca con un plug-in come Yoast SEO.

9: Esegui i controlli finali, quindi pubblica!

Facciamo un bilancio per un momento.

Dalla scelta dell’hosting alla personalizzazione della vetrina e all’installazione dei plug-in, a questo punto dovresti avere un negozio online completamente formato pronto a diventare negozio vero e proprio.

Attenzione però. Non vuoi che nessun errore si insinui nel tuo negozio: nella migliore delle ipotesi, sembrerebbe poco professionale, nella peggiore dei casi scoraggerà i potenziali clienti.

Ecco alcune cose a cui prestare attenzione durante i controlli finali:

  • Collegamenti errati, interrotti o mancanti. Assicurati che tutti i link nel tuo negozio funzionino e che vadano dove dovrebbero. Copiare il link sbagliato è un errore facile da fare, quindi controlla!
  • Errori di battitura. Succede a tutti, quindi leggi attentamente il tuo contenuto per eventuali parole con errori di ortografia o frasi incomplete.
  • Immagini non funzionanti. Che si rifiutino di caricare o che appaiano sgranate, le immagini sono troppo importanti per rovinare la tua vetrina. Assicurati che si caricino tutti rapidamente e che siano perfettamente a fuoco!
  • Esperienza utente non facile. Chiedi a qualcun altro di fingere di essere un acquirente online e chiedigli se ha trovato prodotti difficili da trovare o se il processo di pagamento è troppo lungo: ascolta il loro feedback!
  • Checkout senza intoppi. Fai un tentativo di checkout. Deve funzionare tutto alla perfezione!

Una volta che sei sicuro di aver creato un negozio online funzionante, potrai iniziare a pubblicizzarlo!

Ricorda che la differenza fra un ecommerce WordPress Woocommerce e un ecommerce builder esterno (come Wix o Shopify) è anche la manutenzione.

WordPress richiede un flusso costante di manutenzione, dall’esecuzione degli aggiornamenti alla gestione del tuo SEO, quindi tienilo sempre aggiornato e aggiornato per vedere ottimi risultati.

Gli ecommerce builder, invece, a fronte dei tuoi pagamenti gestiscono tutti gli aggiornamenti.

Quindi meglio un eCommerce builder o un eCommerce WordPress?

Può essere difficile capire se dovresti usare WordPress o un utilizzare un costruttore di ecommerce per creare il tuo negozio online. Ecco un breve riepilogo per aiutarti a capire qual è il migliore per te.

Gli ecommerce builder, come Wix e Shopify, sono focalizzati sulla semplificazione del negozio online.

Non hai bisogno di competenze tecniche e il processo di configurazione è semplicissimo, il che significa che puoi passare direttamente alla creazione del tuo negozio online. Con WordPress impiegherai più tempo per creare il sito ecommerce, perché devi trovare hosting, installare tema e plugin e imparare a orientarti sulla piattaforma prima di poter iniziare a costruire effettivamente il tuo sito.

Gli ecommerce builder invece svolgono gran parte del lavoro più tecnico per te: sicurezza, hosting e aggiornamenti sono tutti gestiti, in modo che tu possa concentrarti sulla creazione e sulla gestione della tua attività di e-commerce.

WordPress, d’altra parte, richiede che tu esegua aggiornamenti e metta in atto misure di sicurezza e trovi un hosting affidabile (o rischi di sabotare il tuo negozio prima ancora di aver iniziato a costruire).

In ogni cosa molti principianti usano WordPress: hai solo bisogno di un po’più di tempo e di sicurezza tecnica per sfruttarlo al meglio.

Nel complesso, consiglio un ecommerce builder (come Shopify) a chi:

  • Vuole un negozio online attivo e funzionante rapidamente
  • Vuole una mano durante il processo di costruzione
  • Vuole opzioni di personalizzazione facili e visive
  • Gradisce avere un’assistenza personalizzata nella realizzazione
  • Mette in conto una commissione su tutti i pagamenti (3-5%) + una spesa di “affitto” della piattaforma

Al contrario, consiglio WordPress (Woocommerce) a chi:

  • Vuole il controllo totale su tutti gli aspetti del proprio negozio online
  • Ha tempo da dedicare alla costruzione e alla manutenzione del proprio sito
  • Ha bisogno di una vetrina completamente personalizzabile
  • Non vuole commissioni di alcun genere sulle transazioni
  • Mette in conto la spesa di un hosting (10-50 euro al mese), ma non ha spese di commissioni sui pagamenti

Naturalmente non sta a me dirti se è meglio creare un ecommerce con WordPress o con gli ecommerce builder. Questa è una scelta che dovrai fare tu. Io spero di averti dato alcuni elementi in più per prendere la decisione perfetta per te!

In ogni caso, spero che questo post abbia risposto almeno ad una parte delle tue domande sul come creare un ecommerce da zero. Con il giusto tempo e coraggio è possibile per chiunque avviare un e-commerce di successo. Davvero!

Se mi sono perso qualcosa che vorresti approfondire, fammelo sapere nei commenti.

E naturalmente in bocca al lupo con il tuo futuro e-commerce!

Andrea, una laurea in ingegneria chimica, ma da sempre affascinato dalle "potenzialità dell'online". Così, da oltre 10 anni, lavoro nel digital marketing. Gestisco progetti miei (blog, e-shop, landing, funnels, ecc) e aiuto professionisti e aziende a trovare e utilizzare i migliori strumenti in ambito digitale. Quando non lavoro, abbandono la città per la pace del trekking e della montagna! Ad oggi, Selfmadeweb.it è una delle piattaforme di digital marketing più lette in Italia. Qui potrai trovare tantissimi contenuti, che, spero, potranno aiutarti nei tuoi progetti digital! Benvenuto su Selfmadeweb.it!
Subscribe
Notify of
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments